sabato, Giugno 19, 2021
Home NOTIZIE DAGLI ASSOCIATI Bici SCOTT Italia supporta il progetto Plastic Freeride

SCOTT Italia supporta il progetto Plastic Freeride

Un progetto semplice che porta alla luce il problema dell’inquinamento di rifiuti plastici: SCOTT e Bergamont scendono in campo per un progetto multibrand

Chi ama pedalare lo sa: anche sulle strade che regalano i panorami più mozzafiato, ma se si abbassa lo sguardo, capita di imbattersi in rifiuti abbandonati, tracce inconfondibili del passaggio di umani incuranti. Il problema dell’inquinamento di rifiuti plastici, e soprattutto il disastro della conseguente formazione delle isole di plastica negli oceani, è ciò che ci ha aperto definitivamente gli occhi e spinto ad agire: non si può più restare a guardare.
 
Così, nell’estate del 2019 è nato il primo viaggio Plastic FreeRide: da Torbole sul Garda a Rimini, 400 km raccogliendo i rifiuti abbandonati lungo la strada.  Con un carrello agganciato alla bici, armati di pinze telescopiche, raccogliamo quanti più rifiuti possibile, principalmente plastici, ma anche lattine, vetro, rifiuti indifferenziati e li smistiamo poi nei bidoni di raccolta. E i ragazzi di Plastic Freeride pedalano con due bike Bergamont Grandurance 4 e sono equipaggiati con abbigliamento tecnico SCOTT.

Un’attività multibrand che è entrata subito nelle corde del gruppo SCOTT Sports, come confermato da Nicola Gavardi di SCOTT: “Abbiamo conosciuto i ragazzi di Plastic Freeride al BAM 2020. Siamo stati subito attratti e affascinati dal progetto che è semplice ma potente allo stesso tempo. I nostri ambassador sono persone vere che vivono lo sport e la propria passione ricercando la bellezza. In Raffaele e Sara abbiamo riconosciuto questo e molto altro. Uniamoci ai Plastic Freeride e rendiamo questo mondo Life no Plastic is Fantastic“.

Questo primo viaggio – affermano i ragazzi di Plastic Freeride – ci ha dato la conferma di quanto il problema sia serio e molto vicino alla nostra realtà quotidiana. Questa consapevolezza, unita al coinvolgimento e interesse riscontrato in molte persone, ci ha motivato a proseguire. Nell’estate del 2020 siamo partiti per il secondo viaggio, questa volta da Torbole a Lucca. Ogni volta che ci è possibile poi, facciamo piccoli tour di pulizia sulle strade e i sentieri delle zone dove viviamo, in TrentinoQuest’estate partiremo per un viaggio più ambizioso: percorreremo l’Italia da nord a sud, dalle Alpi a Santa Maria di Leuca. Per continuare a fare la nostra parte concreta nella difesa degli ambienti naturali, e per coinvolgere sempre più persone in questa missione. Perché tutti possiamo fare la nostra parte.”
 


Ultime News

Suzuki svela la nuova la GSX-S950

La Casa di Hamamatsu lancia la sua “Beauty and Excitement”: una nuova street-fighter che abbina una linea mozzafiato a prestazioni esaltanti, fruibili da tutti...

Due ruote, ANCMA: mobilità già sostenibile

L’Associazione lancia il proprio documento programmatico: al centro sostenibilità, sicurezza stradale e interventi a favore di utenti e imprese “Due ruote, la mobilità già sostenibile”....

Da Scott le nuove SPARK RC e SPARK 900

Nuova line up Spark completamente ridisegnata e dotata di modelli XC Race senza compromessi e trail bike a corsa corta per il divertimento totale Per...

Rc moto, l’assicurazione low cost di 24hassistance per biker diventa anche premium

L’operatore leader nell’assicurazioni online introduce due nuovi servizi aggiuntivi: per i motociclisti e scooteristi più esigenti consulenze telefoniche, convenzioni con partner d’eccezione e assistenza...

Mv Agusta Brutale 1000 RR MY21

208 cavalli “brutali”. Un motore ancora più corposo, una dotazione più ricca e una ciclistica ancora più efficace. In queste poche parole si riassume...

Ecobonus moto: senza cessione credito, a rischio tenuta finanziaria case costruttrici

L’allarme dell'Associazione: “Il meccanismo degli incentivi per l’acquisto di motoveicoli elettrici rende produttori e importatori troppo esposti” “È necessario intervenire subito per introdurre la possibilità...