mercoledì, Gennaio 19, 2022
Home NOTIZIE DAGLI ASSOCIATI Bici Le performance delle eBike

Le performance delle eBike

Un Podcast di Scott Italia risponde a tutte le curiosità su questo mondo e sulle prestazioni dei vari sistemi e dei motori elettrici

Potenza massima, durata, coppia erogata e supporto massimo erogato. La galassia eBike è sempre più ricca e cresce di pari passo al successo che queste biciclette riscontrano sul mercato. Ma quali sono le performance dell’eBike, quali le differenze tra i vari modelli e sistemi? A tutte queste domande e a tante altre ancora rispondo i Podcast di Scott Sports Italia, che offrono a curiosi e appassionati una ricca scelta di opportunità per approfondire tanti temi.

Entrando nel vivo del tema, va sottolineato innanzitutto che la gamma eBike Scott e Bergamont 2021 è equipaggiata con sistemi Bosch, Fazua, Mahle, e Shimano. Seppur con varie differente, tutti questi sistemi sono accomunati dall’utilizzo di motori brushless la cui potenza massima è 250W, tale è infatti il limite previsto dalla normativa vigente perché la eBike possa essere equiparata ad una normale bicicletta, unito all’interruzione dell’assistenza a 25 km/h.

La differenza tra i vari sistemi risiede nella coppia massima erogata e nel supporto massimo fornito: la prima influenza la capacità di ripresa e accelerazione, tale valore è tenuto in particolare considerazione nelle eMTB, dove i percorsi sconnessi e i frequenti cambi di ritmo fanno risaltare i motori con elevati valori di coppia.

La seconda indica il valore massimo per il quale viene moltiplicata la forza impressa sul pedale, il Bosch Performance CX arriva ad aggiungere fino al 340% della potenza espressa dal ciclista; ovviamente questi valori elevati devono essere accompagnati da batterie capienti, per fornire una adeguata autonomia.

Nella vasta offerta di eBike spiccano anche due modelli (Addict eRide e Bergamont E-Grandurance) dove vengono utilizzati sistemi (rispettivamente Mahle Ebikemotion e Fazua Evation) con valori di coppia e di supporto decisamente più bassi, l’efficienza di tali sistemi ci ha permesso ridurre ingombri e peso, tutto a vantaggio dell’integrazione e della dinamica di guida della bici, molto vicina alle sorelle muscolari, senza sacrificare però l’autonomia, garantita dal basso consumo e dal peso ridotto.

Un capitolo a parte invece riguarda le Speed Pedelec: per il codice della strada queste rientrano nella categoria L1e-B e sono regolamentate da precise e severe norme al pari di uno scooter (luci, targa, assicurazione, ecc); a fronte di maggiori vincoli normativi, abbiamo però a disposizione una bici in cui motore fornisce assistenza fino a 45km/h, conservando i già ottimi valori di coppia e supporto disponibili sulle eBike tradizionali (85Nm/340%).

Ora basta mettere le cuffiette e cliccare sul pulsante qui sotto per sapere come variano le performance delle eBike, mentre sul sito di SCOTT SPORTS ITALIA sono presenti altri Podcast e contenuti interessanti per soddisfare la curiosità di eBike e non solo.

Ultime News

FOCUS2R: boom delle due ruote, cresce a singhiozzo l’attenzione dei Comuni italiani

Bike e scooter sharing, sicurezza, disponibilità parcheggi e stazioni di ricarica veicoli elettrici: dal sesto rapporto dell’Osservatorio promosso da Confindustria ANCMA e Legambiente in...

Dalla Z1 alla Z50th, Kawasaki festeggia mezzo secolo della famiglia Z

Cinquant'anni dopo l'uscita del primo modello Z, Kawasaki ha annunciato quattro modelli celebrativi Z50th. Con l'iconico modello Super Four Z1 del 1972 come antenato,...

Mercato moto: 2021 conferma protagonismo delle due ruote, l’anno chiude a +21,2%

Malgrado la complessità delle sfide globali e le lievi flessioni degli ultimi due mesi, il settore registra volumi di immatricolazioni pre-pandemia: positivo, infatti, anche...

Mobilità, serve un indirizzo politico chiaro per incentivare l’elettrificazione

Il report promosso da MOTUS-E, ANFIA, ANIE Federazione, ANCMA e realizzato dal Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Ferrara fotografa il ruolo delle...

La Ducati MotoE scende in pista per la prima volta a Misano

Il prototipo che correrà nella FIM Enel MotoE World Cup dal 2023 ha compiuto i primi giri in pista a Misano con il pilota...

ANCMA e FMI contro divieto di circolazione in fuoristrada

L’associazione dei costruttori e la Federazione Motociclistica Italiana: norma miope e con possibili profili di incostituzionalità che crea un grave danno economico al settore...